Skip to Content

TOYOTA TRIONFA AL SAFARI RALLY KENYA CON UN POKER LEGGENDARIO

TOYOTA GAZOO Racing ha ottenuto un risultato storico al Safari Rally Kenya con Kalle Rovanperä che ha condotto la straordinaria conquista delle prime quattro posizioni per la GR YARIS Rally1. Elfyn Evans e Takamoto Katsuta si sono uniti a lui sul podio con Sébastien Ogier al quarto posto.

È anche una vittoria storica – la decima – per Toyota nel famoso rally africano: è infatti la prima volta che Toyota ottiene un en-plein nelle prime quattro posizioni in un evento WRC dal 1993, anno in cui sempre in Kenya arrivarono 4 Celica nei primi 4 piazzamenti. Un’impresa riuscita solamente ad un altro costruttore negli ultimi trent’anni.

Al suo secondo appuntamento da quando è tornato nel calendario WRC l’anno scorso, il Safari ha offerto condizioni ambientali ancora più difficili, tra cui sabbia profonda “fesh-fesh” il venerdì e superfici bagnate e fangose ​​il sabato, oltre alle sempre presenti rocce e pietre. È stata di gran lunga la sfida più difficile per la nuova generazione di auto ibride Rally1, ma la GR YARIS ha agevolmente superato tutte le insidie che il terreno keniota poteva nascondere rimanendo affidabile e dominando il fine settimana senza grandi problemi. L’auto successiva con il miglior piazzamento è finita a otto minuti e mezzo dal quartetto Toyota.

Rovanperä ha avuto uno spavento iniziale quando è andato largo alla prima curva nella super speciale di apertura di giovedì a Nairobi e ha staccato una gomma dal cerchione. Ma lui e il copilota Jonne Halttunen hanno corso impeccabilmente in seguito verso la loro quarta vittoria in cinque round, aumentando il loro vantaggio in campionato a 65 punti.

Anche Evans e il suo co-pilota Scott Martin si sono comportati in modo superbo e si sono portati vicini alla testa della gara, rimanendo a meno di 20 secondi dal comando fino a quando sabato pomeriggio non è arrivata la pioggia. Hanno concluso a 52,8 secondi di distanza mettendo a segno il loro secondo podio della stagione.

Il pilota del TGR WRC Challenge Program Katsuta ha condotto ancora una volta un rally eccellente e intelligente nelle difficili condizioni del Kenya per conquistare il suo secondo podio in carriera, un anno dopo aver conquistato il suo primo nello stesso evento. È anche il primo podio per il suo copilota Aaron Johnston, la coppia che corre sotto le effigie del TGR World Rally Team Next Generation.

Ogier, il vincitore dell’evento nel 2021, ha guidato per la maggior parte del venerdì per la vittoria fino a quando non si è dovuto fermare e cambiare una gomma nella fase finale della giornata, perdendo oltre due minuti. Lui e il co-pilota Benjamin Veillas hanno reagito fino alla conquista del quarto posto assoluto e, con i loro compagni di squadra concentrati sul raggiungimento del traguardo, hanno stabilito il terzo tempo più veloce nel Power Stage di fine rally per aumentare il bottino di punti della squadra dal fine settimana. Il vantaggio nel campionato costruttori è aumentato a 62 punti.

Dichiarazioni:

Akio Toyoda (Team Founder)

“Kalle, Jonne, congratulazioni!

Elfyn, Takamoto, Seb, grazie per aver realizzato questo risultato meraviglioso!

Aaron, congratulazioni per il tuo primo podio!

Il primo “poker” di Toyota Gazoo Racing è stato ottenuto grazie ai nostri equipaggi che hanno portato al traguardo le auto in sicurezza sulle difficilissime strade del Kenya. Questo evento ci ha ricordato quanto sia importante guidare senza problemi durante il rally. Apprezzo anche il supporto del team che hanno sostenuto gli equipaggi durante il rally.

Non perdendosi d’animo dopo il risultato ottenuto in Sardegna, la squadra ha fatto un ottimo lavoro per preparare in breve tempo il Kenya. Ho sentito che alcune parti sono state addirittura completate solo dopo essere arrivate in Kenya. Meccanici e ingegneri hanno continuato a confrontarsi durante i service e non hanno smesso di apportare miglioramenti alle vetture. Sono orgoglioso che il team stia implementando la filosofia di costruire auto sempre migliori attraverso i rally che si svolgono su strade reali.

Kalle è andato largo e la sua macchina è stata danneggiata il primo giorno. Molti erano preoccupati ma i suoi meccanici erano molto fiduciosi e con il sorriso sono riusciti a rimediare in 15 minuti. Ovviamente la guida di Kalle è stata fantastica per vincere il rally da questa posizione, ma anche le capacità e la fiducia dei meccanici sono state di altissimo livello.

Sono molto contento di sentire che questo meraviglioso risultato è frutto dello spirito di squadra che abbiamo costruito negli anni. Non possiamo dimenticare che anche il supporto dei tifosi sta aiutando molto la squadra. Apprezzo il vostro continuo supporto per la seconda metà della stagione 2022.

P.S.

Grazie ai rappresentanti di Toyota Kenya che sono venuti a tifare per la squadra. Grazie al vostro caloroso benvenuto e supporto, abbiamo potuto goderci questo rally come se fosse stato un evento in casa!”

Jari-Matti Latvala (Team Principal)

“Ottenere un 1-2-3-4 qui al Safari Rally è un risultato eccezionale. Sono passati quasi 30 anni da quando la Toyota ha ottenuto la stessa impresa qui in Kenya con la Celica e posso solo ringraziare il nostro team e i nostri piloti per l’eccellente lavoro che hanno svolto. Durante lo sviluppo della GR YARIS Rally1 ci siamo concentrati soprattutto sulla realizzazione di un’auto davvero forte e affidabile. Questa è stata davvero la cosa più importante in questo evento e la macchina ha funzionato davvero bene in condizioni così difficili. Anche i nostri piloti hanno guidato questo rally esattamente nel modo in cui deve essere guidato, ovvero in maniera molto intelligente, ed è stato fantastico vederli pensare tutti al risultato per la squadra piuttosto che alle proprie ambizioni personali”.

Sébastien Ogier (pilota vettura #1)

“È stato un weekend davvero forte. Mi è mancata solo un po’ di fortuna, ma fa parte del gioco. Soprattutto, sono felice di far parte di questo straordinario risultato per il team e voglio congratularmi con tutti alla TOYOTA GAZOO Racing perché è stato un grande sforzo fornire a tutti e quattro noi piloti un’auto così forte per tre giorni nel rally più duro della stagione. Questo rally è stato una sfida fino alla fine, quindi tutta la squadra merita un grande applauso, e anche i miei compagni di squadra perché hanno guidato molto bene questo fine settimana”.

Elfyn Evans (pilota vettura #33)

“È stato davvero un bel fine settimana. Ovviamente volevamo davvero lottare per la vittoria, ma questo sabato ci è sfuggito di mano per un motivo o l’altro, e oggi si trattava di assicurarsi questo 1-2-3-4 per TOYOTA GAZOO Racing che è ovviamente un risultato di cui è stato fantastico far parte. È stata una dura lotta per affrontare le condizioni estreme qui in Kenya e mentre tutti gli altri hanno lottato, le nostre macchine ci sono davvero riuscite, quindi un grande ringraziamento alla squadra”.

Kalle Rovanperä (pilota vettura #69)

“Questo è un risultato che non credo potessimo nemmeno immaginare prima dell’evento. Avere una top four che è tutta Toyota è qualcosa di straordinario e un grande risultato per il team. È stato il rally più difficile che abbia mai fatto, quindi per avere tutte e quattro le vetture al traguardo senza grossi problemi, vuol dire che chiaramente abbiamo l’auto più forte e veloce. Per me ottenere la vittoria qui in questo modo in un rally così speciale è davvero bello. Grazie al team, tutti hanno fatto un ottimo lavoro. Stanno sviluppando l’auto tutto il tempo, il che è importante e questo ci sta aiutando a mettere insieme dei buoni risultati”.

CLASSIFICA FINALE SAFARI RALLY KENYA

Kalle Rovanperä/Jonne Halttunen (Toyota GR YARIS Rally1) 3h40m24.9s

Elfyn Evans/Scott Martin (Toyota GR YARIS Rally1) +52.8s

Takamoto Katsuta/Aaron Johnston (Toyota GR YARIS Rally1) +1m42.7s

Sébastien Ogier/Benjamin Veillas (Toyota GR YARIS Rally1) +2m10.3s

Thierry Neuville/Martijn Wydaeghe (Hyundai i20 N Rally1) +10m40.9s

Craig Breen/Paul Nagle (Ford Puma Rally1) +23m27.9s

Jourdan Serderidis/Frédéric Miclotte (Ford Puma Rally1) +30m16.5s

Sébastien Loeb/Isabelle Galmiche (Ford Puma Rally1) +32m12.6s

Kajetan Kajetanowicz/Maciej Szczepaniak (Škoda Fabia Rally2 evo) +35m37.6s

10 Oliver Solberg/Elliott Edmondson (Hyundai i20 N Rally1) +37m36.6s

What’s Next?

Il Rally Estonia (14-17 luglio) si svolge su strade sterrate veloci con molti dossi e salti, oltre ad alcuni tratti più tecnici.