Skip to Content

TOYOTA SEGNA UN ALTRO TRIONFO VINCENDO LA DAKAR 2022 CON TOYOTA GAZOO RACING

Si è da poco conclusa la Dakar 2022. E Toyota anche quest’anno ha partecipato ed hai vinto.

La Dakar 2022 è stata la 44a edizione dell’iconico evento, che ha avuto luogo per la prima volta nel gennaio 1978. Location dell’evento è stata l’Africa settentrionale fino al 2007, con l’evento del 2008 annullato a causa di una minaccia terroristica. Il rally si è poi trasferito poi in Sud America nel 2009, dove per un decennio ha goduto di paesaggi spettacolari e terreno accidentato. Nel 2020 si è svolta la prima edizione dell’evento in Arabia Saudita, con l’edizione del 2022 caratterizzata da 4.261 km di tappe competitive.  

Questa è la seconda vittoria del pilota qatariota per Toyota, l’altra vittoria risale al 2019. Allo stesso tempo, Henk Lategan e Brett Cummings hanno concluso al primo posto l’ultimo stage del rally, battendo gli avversari di 49 secondi.

pochi problemi nella fase finale pe Nasser e Mathieu, nonostante una navigazione impegnativa. La fase di apertura dell’evento segna la presa al comando del rally da parte dell’equipaggio, che non ha mai realmente corso il rischio di perdere la prima posizione. Hanno vinto il “Prologue” svoltosi il 1°gennaio e hanno ottenuto altre due vittorie di tappa nel loro percorso verso la vittoria assoluta.

Per Nasser questa è una vittoria significativa, fortemente voluta sin da quando la Dakar si è trasferita per la prima volta in Arabia Saudita nel 2020. La vittoria significa molto per il team che ha sviluppato il nuovo GR DKR Hilux T1+. Essapresenta ruote e pneumatici più grandi, maggiore escursione delle ruote e il motore V6 biturbo da 3,5 litri derivato dal nuovo Toyota Land Cruiser GR Sport. La vittoria raggiunta con una nuova macchina rappresenta è una testimonianza della capacità del team di spingere continuamente i limiti ingegneristici e di costruire auto sempre migliori.

La corsa più dura del mondo è stata caratterizzata da molti alti e bassi per Giniel de Villiers e il copilota Dennis Murphy.Le loro speranze si sono vanificate quando  si è rotto un tubo dell’olio. Nonostante ciò, i sudafricani hanno continuato a combattere, vincendo una tappa e guadagnandosi meritatamente un posto nella Top 5. Hanno concluso lo stage finale con un distacco di 5 minuti e 30 secondi rispetto a Henk e Brett, ma è stato sufficiente per assicurarsi il 5 ° posto nella la classifica generale.