Skip to Content

KINTO TRACCIA LA DIREZIONE FUTURA VERSO UNA MOBILITÀ SEMPRE PIÙ SOSTENIBILE

 A due anni dalla sua costituzione sul mercato italiano, KINTO traccia la direzione verso una nuova fase di espansione della sua offerta di servizi di mobilità. KINTO ribadisce l’obiettivo di essere un Mobility provider in grado di soddisfare tutte le esigenze di mobilità e di generare benefici per gli individui, le aziende, le comunità locali nel pieno rispetto dell’ambiente. KINTO propone un’offerta integrata di servizi di mobilità che continua a crescere nei numeri e nelle collaborazioni, e che si arricchirà a breve di nuovi servizi attraverso la prossima introduzione di KINTO Flex, il servizio di noleggio a breve-medio termine in abbonamento flessibile

A due anni dalla sua costituzione, KINTO Italia fa il bilancio del suo percorso sul mercato italiano che ha portato a consolidare la sua offerta integrata di servizi di mobilità, e traccia la direzione futura confermando la concreta volontà di diventare un fornitore di soluzioni di mobilità capaci di generare benefici per gli individui, le aziende e le comunità locali nel pieno rispetto e nella salvaguardia dell’ambiente.

KINTO è il brand globale del gruppo Toyota dedicato ai servizi mobilità, creato per soddisfare le nuove esigenze di mobilità in modo semplice, sostenibile ed accessibile a tutti e rappresenta l’ambizione del gruppo Toyota di offrire una mobilità centrata sulla persona, grazie alla combinazione delle più avanzate tecnologie digitali e di veicoli a bassissime emissioni e ad alta efficienza energetica, rendendo l’utente protagonista responsabile di un percorso comune verso la mobilità sostenibile.

KINTO nasce con un sistema di valori distintivo e si pone l’obiettivo di essere un Mobility Provider in grado di soddisfare tutte le esigenze di mobilità e di generare vantaggi a tutti i livelli – dichiara Mauro Caruccio, CEO di Toyota Financial Services Italia, Chairman & CEO di KINTO Italia –  per l’individuo, che potrà beneficiare di maggiore flessibilità, tempo a disposizione e sostenere costi inferiori per i propri spostamenti; per l’ambiente, grazie all’utilizzo di soluzioni elettrificate; per le comunità che potranno godere città più vivibili, e per il sistema economico, che potrà utilizzare le risorse in maniera più efficiente”.

KINTO propone un’offerta integrata di mobilità che si arricchisce nel tempo. La novità di quest’anno è l’introduzione sul mercato italiano di KINTO Flex, il servizio di noleggio a breve-medio termine – da 1 mese a 12 mesi – in abbonamento flessibile. Una formula accessibile in maniera completamente digitale, con zero anticipo, un prezzo mensile all-inclusive ed un’opzione di cancellazione mensile, come qualsiasi formula di abbonamento.

Continuano a crescere gli altri servizi a marchio KINTO.

–       KINTO One, il servizio di noleggio all-inclusive che copre un periodo che va dai 12 ai 72 mesi e che, grazie alla flotta di oltre 5.000 vetture per il 97% elettrificate, rappresenta il pilastro per lo sviluppo degli altri servizi. KINTO One utilizza unicamente automobili Toyota e Lexus elettrificate ed è in grado di garantire un’eccellente esperienza di noleggio, sia per i privati sia per le aziende, con il coinvolgimento della rete dei concessionari Toyota e Lexus in ogni fase del processo, in grado di assistere il cliente con personale dedicato e accuratamente formato, forte di una ventennale esperienza nella distribuzione e manutenzione di veicoli elettrificati. 

–       KINTO Share l’innovativo servizio di car sharing, rivolto ad aziende, clienti pubblici e privati, effettuato esclusivamente con vetture elettrificate Toyota e Lexus. In Italia, il servizio è presente dal 2018 a Venezia, dove ha oltre 6.000 iscritti ed ha raggiunto il traguardo di circa 30.000 noleggi. Grazie agli oltre 1.130.000 chilometri percorsi, sulla base degli studi effettuati, per circa il 50% del tempo a zero emissioni (1), KINTO Share ha contribuito a contenere in maniera significativa l’impatto sull’ambiente e la qualità dell’aria. Ad esempio, rispetto ad una equivalente motorizzazione convenzionale, si può dedurre che ha finora consentito di risparmiare circa 35 tonnellate di CO2. KINTO Share è in forte espansione sul territorio nazionale; il servizio è già attivo in Lombardia, Piemonte, Veneto, Emilia-Romagna e Sardegna con una formula “station based” e conta 45 punti di consegna ed una flotta di circa 145 automobili. Il servizio sarà presto esteso ulteriormente sul territorio italiano anche attraverso il modello sviluppato appositamente per le aziende e per le istituzioni. Ne rappresenta un esempio l’attivazione di un servizio dedicato di car sharing con Confindustria Bergamo presso il polo industriale del Kilometro Rosso che conta 70 aziende partners e circa 500.000 ingressi annui.

–       KINTO Join, la rivoluzionaria soluzione di carpooling dedicata alle aziende, che permette ai dipendenti di condividere il tragitto casa-lavoro comodamente, in pochi click. KINTO Join consente alle aziende di contribuire attivamente alla riduzione delle emissioni di CO2 e di inquinanti, legati ai tragitti casa lavoro dei propri dipendenti, ottenendo una certificazione dell’effettivo impatto positivo per l’ambiente e per la collettività. Il servizio KINTO Join è in rapida espansione, adottato ed apprezzato da un numero crescente di aziende che lo trovano uno strumento efficace per ottimizzare gli spostamenti casa lavoro dei propri dipendenti e come utile strumento di welfare aziendale. Ad oggi sono oltre 13.000 gli utenti che utilizzano KINTO Join appartenenti a 21 grandi aziende, tra cui EY, WPP, Assist Digital, LoJack ed il Bologna FC.

–       KINTO Go, l’app di mobilità integrata multimodale con cui è possibile pianificare il proprio viaggio con pochi click, eseguire la prenotazione e l’acquisto di titoli di viaggio per i mezzi del trasporto pubblico, treni, taxi, pagare i parcheggi sulle strisce blu. L’App, sviluppata in Italia, è stata rilasciata sugli store il 31 marzo 2020 e ha raggiunto circa 170.000 download. Attualmente sono stati stretti accordi con oltre 500 operatori di mobilità, offrendo servizi in più di 5.000 comuni e coprendo il 70% del territorio nazionale.

Per approfondimenti: www.kinto-mobility.it

(1)     La percentuale del 50% del tempo della percorrenza con zero emissioni è stata certificata dallo Studio “Hybrid-electric car energy analysis: real drive truth-test – Toyota Yaris Hybrid 2020”, condotto da CARe – Centro di ricerca sull’Auto e la sua evoluzione (Università degli Studi “Guglielmo Marconi”, Roma), ENEA – Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, DICEA – Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale – Università degli Studi di Firenze su un campione di veicoli Toyota Yaris analoghi a quelli utilizzati nel servizio KINTO Share. Il calcolo sulla quantità di CO2 risparmia è stata ottenuta applicando la percentuale frutto del suddetto studio al numero di km percorsi dalla flotta Kinto Share.